ATTIVITA'

Sostegno ed aiuto ai detenuti del braccio della morte

Il Comitato Paul Rougeau segue continuativamente uno o più detenuti del braccio della morte degli Stati Uniti nelle loro esigenze affettive, legali e materiali. Il Comitato mantiene una corrispondenza regolare con questi detenuti, ne pubblicizza i casi nel modo più largo possibile, sollecita, organizza e convoglia su di essi ogni tipo di aiuto e di sostegno. In favore di questi detenuti il Comitato promuove delle raccolte di fondi e utilizza il ricavato delle collette nel modo più razionale ed efficace possibile per aiutare i detenuti e prevenire la loro esecuzione.

Supporto agli amici dei condannati a morte

Il Comitato:
1) inoltra le richieste di corrispondenza fatte da detenuti condannati a morte,
2) fornisce informazioni, consigli ed assistenza a piccoli comitati e a singoli corrispondenti di condannati a morte degli Stati Uniti;
3) collabora con i rispettivi comitati nel pubblicizzare i casi dei detenuti, i loro appelli e le loro richieste di aiuto; 
4) cura accrediti di somme di denaro ai prigionieri; 
5) partecipa a iniziative tendenti a salvare dall’esecuzione condannati a morte.

Organizzazione di eventi abolizionisti

Il Comitato Paul Rougeau promuove numerose attività di propaganda abolizionista, spesso in collaborazione con altre associazioni impegnate nella difesa dei diritti umani.

Di tanto in tanto si organizzano iniziative pubbliche di sensibilizzazione, quali concerti, dibattiti, mostre e proiezioni sul tema della pena di morte, trasmissioni radio e TV, campagne su quotidiani e riviste, produzione di materiale informativo... Fino ad ora le principali iniziative si sono svolte nelle città di Trieste, Udine, Venezia, La Spezia, Torino, Milano, Ancona, Roma, Firenze, Napoli.

Tutti gli anni a maggio, nella ricorrenza dell'esecuzione di Paul Rougeau, si svolge a Firenze l'Assemblea ordinaria dei soci e una manifestazione abolizionista.

Campagne di lunga durata

Negli ultimi cinque anni il Comitato Paul Rougeau ha organizzato e portato avanti per lunghi periodi due campagne destinate ad incidere sull'opinione pubblica del Texas e a cambiare l'atteggiamento delle autorità di quello stato riguardo alla pena capitale.

Si tratta del 'digiuno a catena’, con l'invio quotidiano di messaggi di protesta alle autorità del Texas e alla stampa statunitense, e della Campagna Rimbalzo consistente nella spedizione di migliaia di lettere ai cittadini del Texas. Le lettere, assai cortesi, pongono il problema della pena di morte.

L'obiettivo finale è di spingere i texani a fare pressioni sulle proprie autorità per chiedere l'abolizione della pena di morte. Come potenziali elettori costoro hanno infatti maggiori possibilità di essere ascoltati dalle autorità politiche.

Attività editoriali

Dopo la pubblicazione del libro “Mi uccideranno in maggio” contenente alcuni degli scritti più significativi di Paul Rougeau avvenuta nell’aprile del 1994, il Comitato ha ‘messo in cantiere’ la stesura di altre opere riguardanti la condizione dei condannati a morte del Texas.

L’opera più importante, pubblicata nel 2004, è un libro sulla vita e sulla vicenda giudiziaria di Gary Graham: "Muoio assassinato questa notte".

Un "Foglio di collegamento" mensile, con le ultime novità, i commenti sugli avvenimenti riguardanti la pena capitale e le informazioni operative essenziali, è inviato a centinaia di soci e simpatizzanti del Comitato.

Presenza in Internet

Negli ultimi tre anni è assai aumentata la nostra presenza in Internet, innanzitutto attraverso lo scambio quotidiano per posta elettronica di una mole imponente di informazioni con i soggetti abolizionisti italiani ed esteri, e poi con l’implementazione di un nuovo sito Web ricco di informazioni e continuamente aggiornato.

Nuove collaborazioni

Tutti i soci sono invitati a prendere contatto con lo staff del Comitato Paul Rougeau per proporre nuove iniziative o per collaborare a quelle già in corso. Abbiamo bisogno di persone capaci di lavorare per il nostro sito, per le traduzioni, di tenere i rapporti con i soci, di mandare avanti i libri in corso di pubblicazione, di produrre materiale promozionale, di organizzare eventi pubblici ecc. ecc. Sono disponibili video, magliette, adesivi, opuscoli, una mostra fotografica sulla pena di morte e materiale vario per coloro che vogliono organizzare attività culturali e di raccolta fondi.